NABA
MENU

LAUDES DIVINÆ

“CI SONO RAGAZZI CHE CERCANO ALTRI RAGAZZI, CHE SEDUCONO E SI LASCIANO SEDURRE. ALCUNI SONO VERGINI E PUOI SOLO GUARDARLI.”
Manifesto vol.II: Laudes Divinæ, è una collezione che non si identifica in nessun genere. La collezione prevede la realizzazione di outfit strutturati, con grandi volumi principalmente sulle spalle che si contrappongono a linee asciutte e vite strizzate, enfatizzate da lunghezze mini: riferimento esplicito alle silhouette drag, che servendosi di imbottiture estremizzano ed enfatizzano questo tipo di shape. Le balze, strass e cristalli sono strategicamente posizionate per accentuare la fisicità sensuale, mentre le spalle esagerate ed i corsetti danno un senso di potere e sublimità. Una scossa al sistema convenzionale, la collezione kitsch e irriverente, veste i modelli maschili con tessuti dalla seta allo chiffon
plissé. Il genere è sfocato in abiti trasparenti dalla linea fluida e giacche crop con spalle imbottite. Non mancano i riferimenti alla icone sacre, trendo ispirazione da immagini della cultura lgbtq+. Non si tratta di travestitismo ma di un provocatorio scambio di ruoli che non nasconde le peculiarità del fisico maschile, anzi, prova ad esaltarle con gli stratagemmi che la tradizione del costume storico riserva a quello femminile, creando associazione con la figura del narciso. I vestiti sono vestiti e possono essere indossati da chiunque. Quindi ruches, volant, cristalli, forme stondate, scollature, guêpière vengono utilizzate per incorniciare i tratti maschili. Attraverso l’uso di reggicalze, gonne ultra corte e trasparenze, sono chiari i riferimenti al potere della sessualità.

Drag horizontally